Oggi vorrei parlarvi di una particolarità tutta giapponese, e cioè quella di creare dei pasti da portare fuori casa con la caratteristica principale di essere non solo buoni ma anche ultra carini. Si tratta del bento!

Il bento, o più rispettosamente l’Obentō  (la O iniziale indica appunto un onorifico in giapponese), è un pasto a base di riso e altri ingredienti contenuto all’interno di graziose scatoline in plastica o legno, solitamente avvolto anche in un furoshiki (foulard a forma quadrata usato per fasciare il bento e portarlo a mano come una borsetta).

Il tradizionale bento viene preparato dalla mamma per i propri figli ed è da consumare a scuola, ma anche le mogli più premurose si occupano di preparare dei gustosi pasti che i mariti porteranno al lavoro; si usa però anche per tutti i pranzi al sacco che possono capitare durante varie occasioni, dalle gite al parco ai lunghi viaggi in macchina o in treno.

Come si prepara un bento? La base è quasi sempre del riso bianco, ricoperto da verdure, prosciutto, formaggio, uova, piccoli hamburger, pesce… ogni bento è sempre diverso e ne esistono anche fatti di soli sandwich, come anche a base di spaghetti.

Se vi trovate in Giappone, sicuramente vi sarà capitato di trovare nei supermercati o nei negozi tutto a 100 Yen dei vari accessori e formine fatti apposta per prepararli:

  • il classico stampino per dare alle uova varie forme, tra cui esiste anche quello di Star Wars…

bento

  • i taglia alga nori per decorare il cibo…

bento

  • forchettine/stuzzicadenti coloratissimi e kawaii….

bento

  • le bustine di furikake, ossia dei condimenti speciali per il riso a base di alghe e ingredienti quali il pesce, uova, verdure e semi di sesamo.

Esistono poi numerosissimi tipi di scatole, da quella più seria per l’uomo d’affari a quella con i personaggi dei supereroi e degli anime per i più piccini.

Come avrete capito, realizzare un bento può diventare una vera e propria arte grazie a tutti questi strumenti e a tanta fantasia.

La tradizione del bento è sicuramente un ottimo modo per mangiare in modo sano e completo anche quando si è fuori casa: infatti, avendo diversi scomparti, il bento comprende sempre delle verdure e anche della frutta, di modo da poter offrire un pasto a tutto tondo e dare soddisfazione a chi lo mangia.

 

Related Post

McDonald’s ci tenta con il nuovo McShake Hok... Dopo averci deliziato con il Mc Flurry Sakusaku Sakura, McDonalds ci tenta con il nuovo McShake Hokkaido Melon, un drink fresco e gustoso. L'isola ...
Torte Avengers. Simpatiche e deliziose Gli eroi più potenti del pianeta Terra, gli Avengers, diventano le torte più irresistibili del Giappone! Il Giappone è pieno di pasticcerie ( ogn...
Il “Trump Burger”: l’hamburger d... Il nuovo Presidente degli Stati Uniti d'America Donald Trump è diventato un hamburger. O meglio, un Trump Burger! Il ristorante giapponese che ha lan...
All you can eat: ecco i più famosi in Giappone In Italia tutti siamo almeno una volta andati a gustare del sushi (più o meno buono) nei ristoranti all you can eat, vero? Ebbene, in Giappone esis...
LA STORIA DEI NOODLES ISTANTANEI Esiste un prodotto in Giappone che ha una storia molto interessante ed è uno dei cibi più consumati nel Sol Levante: i noodles istantanei Il creatore...
Un Magikarp da mangiare passeggiando per Tokyo Il Pokémon più debole è diventato un gustoso dolce da gustare per le strade di Tokyo e di Yokohama: immaginate di avere un gustoso Magikarp da mangiar...
BENTO: MANGIARE FUORI CASA E’ UN’ARTE ultima modifica: 2017-02-08T12:49:03+00:00 da Fabio Lo Cascio
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: