Il 20% degli studenti giapponesi ha preso 0 in Inglese

appartamento a tokyo
Vivere in un appartamento a Tokyo di 8 mq.
febbraio 27, 2017
hinamatsuri
BENTO TRADIZIONALI PER LO HINAMATSURI
marzo 3, 2017

Il 20% degli studenti giapponesi ha preso 0 in Inglese

inglese

Un sondaggio nazionale riguardante le scuole superiori ha rivelato che il 20% degli studenti giapponesi ha preso 0 in Inglese.

Questo risultato potrebbe non sorprenderci: chi di voi è già stato in Giappone ha forse notato che l’inglese viene parlato veramente da pochissime persone, e quei pochi che lo parlano non hanno certo un livello eccelso della lingua. Tuttavia, la cosa che più colpisce è che il sistema scolastico giapponese non riesce ancora a trovare un metodo giusto per insegnare bene l’inglese nelle scuole.

Il Ministero dell’Educazione, Cultura, Sport, Scienza e Tecnologia ha promosso questo test nelle scuole secondarie per verificare le capacità di comprensione, ascolto, lettura e del parlato di circa 60.000 studenti di terza superiore.

Soltanto il 20/30% degli studenti ha avuto un punteggio sufficiente.

La cifra è certamente molto bassa, ma emerge allo stesso tempo un probabile difetto di procedura: gli studenti che sono stati sottoposti al test sono al loro terzo e ultimo anno di superiori, e questo significa che coloro che hanno preso un punteggio più che sufficiente sono già avanti rispetto al programma scolastico attuale. Infatti, il test riguardava un programma diverso e più avanzato rispetto a quello studiato sui libri di testo.

Il problema più grande rimane comunque la parte riguardante la scrittura: mentre circa la metà degli studenti ha dimostrato una buona padronanza dell’Inglese scritto, il 20% degli studenti ha avuto un punteggio pari a 0.

inglese

Tornando al 20/30% di studenti che hanno superato il test, è difficile dire se il problema riguardi le modalità di istruzione, gli standard troppo elevati o un insieme delle due cose; in ogni caso, sembra chiaro che se 1 studente su 5 non è in grado di totalizzare nemmeno un punto nel test scritto c’è sicuramente qualcosa da cambiare nei metodi di insegnamento.

Il Ministero ha affermato che incoraggerà le scuole a far esercitare gli studenti attraverso la scrittura di e-mail in inglese, una cosa che dovrebbe essere piuttosto semplice sia per la semplicità dei termini usati che per la vicinanza al mondo dei giovani.

 

Fabio Lo Cascio
Fabio Lo Cascio
Trentenne appassionato del Giappone e di anime, dorama e action figure. Dopo vari viaggi nella terra del Sol Levante, tra cui anche il mio viaggio di nozze (a Okinawa), la mia collezione di action figure è aumentata vertiginosamente. Il conto corrente è diminuito di pari passo :-D

Rispondi