Olympic Ojiisan, il nonnino delle Olimpiadi

Olympic Ojiisan, il nonnino delle Olimpiadi

Un mega fan delle Olimpiadi, il famoso “Olympic Ojiisan”, ci ha purtroppo lasciato senza aver potuto assistere alle Olimpiadi del 2020.

Il “nonnino delle Olimpiadi”, come era conosciuto dopo essere apparso varie volte in TV con la sua mise inconfondibile, ha assistito a tutte le Olimpiadi a livello mondiale, a partire da quelle che si sono svolte in Giappone nel 1964.

Chi era Olympic Ojiisan?

Naotoshi Yamada, 92 anni, era un uomo d’affari di Tokyo ed è purtroppo mancato il 9 marzo di quest’anno. La sua tenuta da Olimpiadi era davvero unica:

  • un cappellino dorato;
  • un kimono;
  • un ventaglio con il simbolo della Hinomaru, la bandiera giapponese.

Persino i media internazionali avevano notato la sua passione per lo sport, inquadrandolo in tutti i giochi olimpici in cui è stato presente: Città del Messico, Monaco, Montreal, Mosca, Los Angeles, Seoul, Barcellona, Atlanta, Sydney, Atene, Pechino, Londra e Rio de Janeiro.

Ma non solo: ha anche assistito ai giochi invernali di Nagano del 1998 e, ovviamente, aspettava con ansia le Olimpiadi di Tokyo del 2020.

La sua esperienza più famosa? Durante le Olimpiadi di Città del Messico ha confuso un atleta messicano per uno giapponese, e ha continuato a fare il tifo per lui senza accorgersi di essersi sbagliato! Così la tifoseria locale, per ricambiare il favore, ha fatto un enorme tifo per il corridore giapponese, generando uno spettacolo davvero fuori dal comune.

È stato proprio da quel momento che il nonnino si è reso conto di quanto potesse essere forte il tifo dei fan, così ha deciso di portare avanti la sua missione di “incoraggiamento” agli atleti giapponesi seguendoli in ogni parte del mondo.

Fonte: The Japan Times

Olympic Ojiisan, il nonnino delle Olimpiadi ultima modifica: 2019-03-18T20:43:54+00:00 da Fabio Lo Cascio

Lascia un commento