>
city hunter private eyes

Recensione City Hunter: Private Eyes

Dopo 20 anni finalmente Ryo e Kaori ritornano con un nuovo film di animazione intitolato City Hunter: Private Eyes. Il film è uscito nelle sale cinematografiche giapponesi l’8 febbraio 2019 e successivamente in Italia per un periodo di tempo limitato, ossia il 2-3-4 settembre dello stesso anno; ora è disponibile in Blu Ray e Dvd.

TRAMA

Ryo Saeba è un investigatore privato con sede a Shinjuku, Tokyo. Oltre ad essere piuttosto in gamba e ad avere una mira infallibile, ha un’ossessione esagerata per il sesso femminile. Lui e la sua collega Kaori spesso fanno da guardie del corpo e svolgono anche altri compiti per chi richiede i loro servizi. La loro ultima cliente è una modella, Ai Shindo, che è stata attaccata da persone misteriose, e che inconsapevolmente è in possesso di una strana “chiave”, fondamentale per una cospirazione che coinvolge l’intera città. Riuscirà Ryo a proteggere Ai e a salvare la città?

La storia non brilla sicuramente di originalità e rispecchia molto quella già vista nella serie anime, ma il fatto che sia trasportata ai giorni nostri la rende unica e coinvolgente: ad esempio i protagonisti non vengono più contattati scrivendo X,Y e Z sulla lavagna della stazione metropolitana di Shinjuku, bensì attraverso un’app sul cellulare.

PERSONAGGI

Ritroviamo tutti i personaggi principali della serie tra cui la poliziotta Saeko, il mercenario e barista Unibozu e la sua compagna Miki. Oltre a loro fanno la loro comparsa anche le Cat’s Eye (già spoilerate nel trailer del film) ricoprendo purtroppo una macchietta e non un ruolo più importante nella trama: questo è sicuramente un peccato, visto che poteva essere un’occasione per creare un crossover dal peso non indifferente.

CITY HUNTER PRIVATE EYES… E MOKKORI?

DOPPIAGGIO

Sia nella versione giapponese che in quella italiana ritroviamo gli stessi doppiatori della serie originale:

  • Guido Cavalleri  (Kamiya Akira) nel ruolo di Saeba Ryo
  • Jasmine Laurenti (Ikura Kazue) nel ruolo di Kaori (che mantiene il suo nome originale)
  • Patrizia Scianca (Ichiryusai Harumi) nel ruolo di Saeko
  • Vittorio Bestoso (Gessha Tendou) nel ruolo di Umiboz

L’unica eccezione è Miki, che viene doppiata da Chiara Francese (Koyama Mami)

Il doppiaggio è ovviamente ottimo, a parte due piccole note dolenti: in primis, la trasformazione dell’esclamazione preferita di Ryo Saeba, ovvero mokkori (volgarmente “durello”, eccitazione) tradotto come “alzabandiera”, traduzione che sinceramente non ho apprezzato; in secondo luogo, la mancanza delle doppiatrici originali di Occhi di Gatto.

MUSICA

Durante il lungometraggio vengono ripercorse tutte le musiche più significative della serie:

  • PSY・S – Angel Night〜天使のいる場所〜 – Minuto 00.20
  • Yuko Ootaki – Mr. Private Eye – Minuto 07:25
  • Tetsuya Komuro – Running To Horizon – Minuto 14:45
  • Super Girl Yasuyuki Okamura – 15.56
  • Midnight Lightning – 36:37
  • Still Love her – 40:33
  • Hepburn: Kyattsu Ai – 53.15 ( sigla di occhi di gatto)
  • (SARA) – Fence of Defense – 01:09:57
  • FOOT STEPS – 01:19:30
  • Ai yo Kienaide – Kaoru Kohiruimaki – 01.25.40
  • TM Network – Get wild – 01.29.45

EDIZIONE DVD e BLU-RAY

La versione ottica del film contiene una cartolina esclusiva e un libretto di 32 pagine con la descrizione e i disegni di tutti i personaggi del film, le interviste ai doppiatori, inoltre per festeggiare l’occasione del trentesimo anniversario è inclusa anche la versione in italiano di “Get Wild” cantata da Stefano Bersola, che aveva interpretato la vecchia sigla italiana di City Hunter, realizzata in collaborazione con l’autrice dei TM Network.

SPECIFICHE:

– VIDEO: MPEG4-AVC / 1080p / 1,78:1 / 23.98fps
– AUDIO: Italiano DTS-HD Master Audio 5.1ch – GIAPPONESE DTS-HD Master Audio 5.1ch
– SOTTOTITOLI: Italiano

CONCLUSIONI

City hunter è tornato più in forma che mai: ottima la resa delle ambientazioni, più moderne e riconoscibili (ad esempio il centro commerciale Lumine di Shinjuku). Un film per chi aveva nostalgia di Ryo e Kaori e di tutti gli altri personaggi, tutti doppiati alla perfezione (con l’unico neo rappresentato da Occhi di Gatto). Che dire? Un ottimo modo per festeggiare i trent’anni di Ryo Saeba… Auguri!

city hunter private eyes

city hunter private eyes

city hunter private eyes

ODIATO DAI CRIMINALI, AMATO DALLE LORO VITTIME E’ CITY HUNTER

Il manga di City Hunter è scritto e disegnato da Tsukasa Hojo, uscito tra gli anni 80 e 90 è divenuto in seguito anche un famoso anime di successo. La storia ruota attorno alle avventure di Ryo e Kaori in un mix di humor, azione e avventura. Oltre ad avere un notevole successo in patria, City Hunter è stato apprezzato anche in America, Italia e Francia ( qui con il nome di Nicky Larson). Spinto dal successo l’autore ha creato successivamente uno  spin-off, Angel Heart, ambientato in un universo alternativo dove appaiono tutti i personaggi di City Hunter.

Vuoi conoscere gli ultimi articoli di Dreaming Japan non appena pubblicati? Seguici su Facebook e Instagram.

PRENOTA IL TUO HOTEL Booking.com
Default image
Fabio Lo Cascio
Trentenne appassionato del Giappone e di anime, dorama e action figure. Dopo vari viaggi nella terra del Sol Levante, tra cui anche il mio viaggio di nozze (a Okinawa), la mia collezione di action figure è aumentata vertiginosamente. Il conto corrente è diminuito di pari passo :-D