Coronavirus Studio Ghibli annuncia la chiusura temporanea in linea con quanto ormai deciso a livello nazionale.

Non solo in Italia, che al momento è al terzo posto a livello mondiale per casi di coronavirus, ma anche in Giappone sono state prese misure cautelari per prevenire la diffusione del contagio di quello che al momento è un virus pressoché sconosciuto e potenzialmente molto pericoloso.

La classifica dei Paesi con il maggior numero di contagi è la seguente:

  1. Cina (77262  casi – 2599 morti)
  2. Corea del Sud
  3. Italia (219 casi* – 5 morti)

*I dati ufficiali sono in aggiornamento sul sito: salute.gov.it

Il Giappone non ha numeri inferiori, purtroppo, anche se non tutti sono cittadini giapponesi: si parla ormai di 770 contagiati, includendo i 634 passeggeri in quarantena nel porto di Yokohama sulla nave Diamond Princess, che appartengono a varie nazionalità.

Molti luoghi considerati a rischio si attrezzano con postazioni di alcool e disinfettante liberamente utilizzabili da tutti i visitatori, come ad esempio gli hotel e le stazioni di treno e metropolitana.

CORONAVIRUS STUDIO GHIBLI: DESIDERA PREVENIRE IL VIRUS NELLA MANIERA PIU’ COMPLETA POSSIBILE

Ci sono poi luoghi che da sempre attirano un’enorme folla di turisti, come il famosissimo Studio Ghibli, che ha infatti deciso di effettuare una chiusura temporanea dal 25 febbraio al 17 marzo.

Poiché le autorità competenti giapponesi non sono ancora state in grado di tracciare gli spostamenti del coronavirus all’interno della nazione, il governo di Tokyo ha annunciato che le prossime tre settimane saranno di cruciale importanza per la prevenzione della diffusione del virus.

A tal proposito sono stati annullati vari eventi su larga scala, e allo stesso modo, in accordo con la città di Mitaka, lo Studio Ghibli ha deciso di obbedire a questa decisione annunciando la chiusura per un periodo limitato di tempo.

Sarà infatti predisposto un rimborso per chi aveva pre-ordinato i biglietti per visitare lo Studio nelle date soggette alla chiusura.

Vi ricordo, infine, l’articolo sulle 5 località giapponesi che somigliano ad un film dello studio Ghibli.

TI POTREBBE INTERESSARE

Coronavirus e maid cafe: non c’è crisi per le cameriere kawaii

Coronavirus e maid café: in mezzo a tanti locali chiusi a Tokyo e in Giappone, ci sono per fortuna altre tipologie di intrattenimento che resistono, come appunto i maid café.

Nippombashi Street Festa annullato per coronavirus

Al Nippombashi Street Festa partecipano attivamente oltre 200.000 persone e si trova ad Osaka nel quartiere di Denden Town.

PRENOTA LA TUA VACANZA Booking.com

Address
304 North Cardinal St.
Dorchester Center, MA 02124

Work Hours
Monday to Friday: 7AM - 7PM
Weekend: 10AM - 5PM