Japan Land 2019: dal 27 al 29 settembre

Japan Land 2019: dal 27 al 29 settembre

Japan Land 2019 nasce da un’idea e dall’incontro di italiani e giapponesi che hanno deciso insieme di creare un evento in cui fare quello che amano. Il legame fra l’Italia ed il Giappone prende vita dal 27 al 29 settembre 2019 presso la stupenda location del museo Cambellotti a piazza San Carlo. Uno scenario ricco di fascino e con un’eccezionale sorpresa che testimonia questo legame.

All’interno del museo, infatti, sono conservati il modello dell’aquila con l’ala rotta ed i bozzetti dell’opera che la sostiene e che sono ora esposti in Giappone ad Aizu Wakamatsu. Lì, su una collina, svetta una colonna in porfido rosso, con in cima un’aquila di bronzo con un’ala spezzata, un dono che l’italia ha fatto al Giappone per commemorare una storia di coraggio ed eroismo.

La storia racconta che durante le guerre fra clan, prima dell’unificazione del Giappone, alcuni giovanissimi samurai, figli dei nobili del vicino castello, si sono uccisi, convinti che il fumo che vedevano dalla collina, fosse prodotto dall’incendio della loro casa. I giovani samurai, dai 16 ai 18 anni, si sono squarciati il ventre come vuole la tradizione perché convinti che i loro fossero stati uccisi. In seguito si seppe che il fumo proveniva dall’accampamento dei nemici; il castello sarebbe caduto molto più tardi, ma i giovani non lo sapevano e, sicuri di stare onorando i loro cari, si erano uccisi con il seppuku (suicidio rituale).

Il fatto che l’Italia abbia riconosciuto questo atto con il merito che gli doveva e che il modello dell’opera che ora svetta in Giappone sia disponibile alla visione al Cambellotti di Latina, ci ha convinto che la sede fosse quella giusta. Insieme al comune di Latina, alla Proloco, a Latina e’state e ad alcune associazioni di Latina quali associazione Powerfriends, Bushido Latina e altre realtà quali Eri chyan e associzione culturale Advena, è stato possibile creare un mondo nuovo nel cuore della città.

Japan Land 2019: un evento che lega Italia e Giappone

Grazie a ospiti del calibro di Andrea Guglielmino, Elisabetta Di Minico, Luigi Formola e con insegnanti giapponesi madrelingua che ci mostreranno lo Shodo, o scrittura tradizonale e la cerimonia del tè, avverrà una vera e propria esibizione della cultura giapponese che comprende anche film, cortometraggi e discussioni. Ci saranoo poi presentazioni di libri sul Giappone, cineforum e approfondimenti su registi e scrittori giapponesi.

Da Takeshi Kitano a Yukio Mishima, passando per il genio di Tarantino che ha interpretato il Giappone ed il concetto di B movie a modo suo, paragonando questi a Takashi Miike o Sion Sono: ecco di cosa tratterà la rassegna di cinema. Ci saranno stampe giapponesi con relativa spiegazione, ospiti dal mondo del fumetto d’autore che hanno creato il loro stile e lo mettono a confronto con quello nipponico. Japan Land non è solo una fiera, una rassegna o un mercato, è tutte queste cose e anche di più.

Inoltre ci sarà la presentazione di ben tre libri durante la fiera, così come cibo giapponese e musica; ma ci sarà soprattutto un legame forte che ha radici profonde. Latina come Napoli è legata al Giappone dalla storia; gli scambi commerciali hanno portato al gemellaggio fra Napoli e Kagoshima e questo ha portato alla fondazione de L’Orientale di Napoli, l’Università dove si studia la lingua e la cultura giapponese. La cosa più bella di tutte è stata scoprire che questo stesso legame passa anche da Latina, e lo abbiamo scoperto proprio al Cambellotti.

I musei arricchiscono la nostra cultura

I musei sono da sempre fonte di ispirazione e ci aiutano a rendere la nostra vita più ricca. Nel nostro caso, il museo ha reso possibile realizzare una fiera che espone ed onora il legame fra Italia e Giappone e lo fa attraverso l’arte, la cultura, il cinema ed il cibo.

Non ultima per importanza la scuola di arti marziali di Latina, che per i tre giorni della fiera farà un’esibizione in cui vedremo bambini ed adulti combattere a mani nude e utilizzare le spade di legno e le spade katana. Il tutto accompagnato dalla musica dei taiko, i tamburi giapponesi, e con il supporto del pubblico. Per chiunque voglia provare, i maestri sono a disposizione insieme agli allievi per permettere di scoprire le tecniche con degli stage durante la fiera.

Il Giappone si rivela in Japan Land grazie a professionisti ed amanti del settore che permetteranno ad ognuno di poter vivere una parte di Giappone. Ci saranno workshop al cui termine si riceveranno attestati di partecipazione e, inoltre, la cosa più bella sarà passare del tempo insieme imparando qualcosa di nuovo e di speciale. Un’immersione in un mondo che ci piace sognare e che possiamo scoprire insieme.

Facebook: Japan Land

Japan Land 2019: dal 27 al 29 settembre ultima modifica: 2019-08-07T13:28:38+00:00 da Marco Fulgione

Lascia un commento