Il Kyushu è una terra di colline ondulate separata dallo Honshu da appena un chilometro; ha un clima mite ed è zona di antichi vulcani come il Sakurajima e di famose sorgenti termali.

Le città principali, Fukuoka e Nagasaki, sono state il primo porto di approdo per i viaggiatori portoghesi, spagnoli e olandesi nel XVI secolo.

A Nagasaki si trovano ancora oggi numerose chiese risalenti al XIX secolo e per questo è una delle pochissime città giapponesi dove è possibile sentire il suono delle campane in stile occidentale.

Dal momento che Fukuoka possiede un aeroporto internazionale può essere il punto di partenza ideale per chi vuole visitare il Kyushu.

KYUSHU: L’ISOLA DEI VULCANI ANTICHI

Tra le città con sorgenti termali degne di nota ci sono sicuramente Beppu e Kagoshima: a Beppu l’attrazione più famosa sono i cosiddetti “inferni bollenti”, dei laghetti di fango bollente e acqua colorata.

Kagoshima, invece, sorge in uno dei punti panoramici più belli del Giappone, proprio ai piedi del Sakurajima e di fronte ad un’ampia baia sulle cui spiagge si possono fare i bagni di sabbia nera.

I suoi abitanti partecipano almeno una volta al mese alle esercitazioni obbligatorie effettuate dai vigili del fuoco per simulare un’evacuazione in tempi brevissimi, in caso di eruzione del vulcano.

COSA FARE A KYUSHU

Fukuoka: la città più grande del Kyushu e la sesta del Giappone in ordine di grandezza, famosa a livello culinario per due motivi: lo Hakata ramen, fatto con zuppa di ossa di maiale, e gli yatai, le bancarelle in cui si possono mangiare molte prelibatezze seduti lungo il fiume. Hakata, ovvero la parte vecchia della città, è anche la zona dove si ferma lo shinkansen. Il cuore della città con i divertimenti e i negozi alla moda si trova a Tenjin, che assieme al quartiere Daimyo (considerato lo Harajuku di Fukuoka) costituisce la parte più giovane e spensierata. Infine, le zone costiere sono quelle dove trovare parchi, spiagge e musei, oltre alla Fukuoka Tower, alta 234 metri, su cui salire per ammirare favolosi tramonti.

Nagasaki: come Hiroshima, la città porta i segni del proprio triste passato. Il Parco della Pace consente di scoprire la zona che venne colpita il 9 agosto 1945 dalla bomba atomica, immergendosi però in un luogo tranquillo e simbolo di speranza. Nagasaki è stata anche teatro di massacri perpetrati ai cristiani, crocifissi nel 1597 per volere dello shogun dell’epoca che bandì la religione cattolica. Le chiese cattoliche erette successivamente servono anche a ricordare e glorificare le vite di quei martiri.

Kagoshima: città dalla personalità solare come il suo clima, considerata la Napoli giapponese sia per il meteo molto favorevole che per l’ospitalità dei locali. Nonostante ciò, trovandosi proprio sotto al vulcano Sakurajima, gli abitanti tengono d’occhio anche il “bollettino delle ceneri”, ossia quella nebbia che ricopre la città e impolvera il bucato se non si fa attenzione!

Beppu: una città immersa dai vapori, segno della presenza di numerosissimi onsen. Ci sono due diversi tipi di sorgenti termali in questa zona: i caldissimi jigoku (“inferni”), dove non è possibile immergersi, e le classiche e decisamente più accoglienti onsen. Mentre la città si può girare tranquillamente a piedi, per raggiungere la zona degli “inferni” è necessario prendere un autobus.


QUANDO VISITARE IL KYUSKU

  • Aprile – Maggio, clima temperato e azalee in fiore sulle pendici dei numerosi vulcani ancora attivi
  • Luglio – agosto, caldo afoso
  • Ottobre – novembre, temperature miti e gradevoli

Segui Dreaming Japan anche su su Facebook, Instagram, Pinterest e Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando la stellina.

TI POTREBBE INTERESSARE

Honshu – l’isola centrale del Giappone

Lo Honshu, ossia la parte centrale del Giappone, comprende la regione del Tohoku a nord (con le prefetture di Akita, Aomori, Yamagata, Hirosaki e Fukushima), la regione del Kanto al centro (Tokyo, Shizuoka, Nagoya, Yokohama, eccetera) e del Kansai a sud (Osaka, Kyoto, Nara, Kobe tra le città principali).

Hokkaido – il Giappone del nord

Hokkaido è la più settentrionale delle isole, costituisce il punto di confine con la Russia. E’ una regione ricca di ghiacciai e vulcani, onsen, ottimi ristoranti e città vivaci ed è quella dove la natura è più ricca e rigogliosa.

Penisola di Kunisaki, alla scoperta di un Giappone antico

Penisola di Kunisaki, un Giappone antico e ancora poco battuto dal turismo.

PRENOTA LA TUA VACANZA Booking.com

Address
304 North Cardinal St.
Dorchester Center, MA 02124

Work Hours
Monday to Friday: 7AM - 7PM
Weekend: 10AM - 5PM