>
Terrace House Tokyo 2019-2020

Terrace House Tokyo 2019-2020

Terrace House Tokyo 2019-2020: il reality più educato del mondo torna su Netflix riportandoci a Tokyo, dove già si era tenuta la stagione “Boys and Girls in the City” nel 2015-2016.

ATTENZIONE: QUESTO ARTICOLO E’ STATO REDATTO PRIMA DELLA NOTIZIA DELLA MORTE DI HANA KIMURA E DELLA CONSEGUENTE CANCELLAZIONE DELLO SHOW.

Tokyo, città per definizione cosmopolita e ricca di stimoli, dove chiunque saprebbe dove andare per divertirsi, si trova purtroppo a fare da cornice ad un gruppo di ragazzi non altrettanto stimolanti. Vediamo subito perché in questa recensione!

  • PRIMA PARTE: LA NOIA ASSOLUTA.

Protagonisti:

  1. KAORI WATANABE, illustratrice;
  2. SHOHEI MATSUZAKI, attore;
  3. HARUKA OKUYAMA, attrice e riccona sfondata con hobby costosissimi (golf, guida di Porsche, ecc.);
  4. KENJI YOSHIHARA, musicista;
  5. RISAKO TANABE, istruttrice di fitness;
  6. RUKA NISHINORI, ragazzino nullafacente.

Le premesse sono abbastanza comuni per i primissimi inquilini della casa: i soliti attori e le solite modelle, ma abbiamo l’introduzione di alcuni personaggi leggermente diversi come l’illustratrice e Ruka, un ragazzo piuttosto giovane che non ha ancora ben chiare le sue idee sul futuro.

Per quanto il gruppo sia abbastanza eterogeneo, si capisce fin da subito che i ragazzi sono estremamente pigri e non prendono grandi iniziative nei confronti delle loro coinquiline; infatti, le donne ad un certo punto fanno una piccola “riunione” in cui decidono di dire le cose come stanno ai ragazzi cercando di spronarli a creare più occasioni per stare insieme come coppia.

Purtroppo questo appello finisce nel vuoto, in quanto i ragazzi non hanno mai veramente voglia di uscire con le ragazze e gli episodi sono uno più noioso dell’altro.

Vi confesso che fatico persino a ricordare i volti di alcuni di loro.

Ad ogni modo, la prima parte termina con due dei ragazzi che si sono in qualche modo avvicinati e decidono di uscire dalla casa insieme: Risako e Kenji, la cui relazione non appare ben definita e i due decidono di lasciare la casa anche per chiarire le cose e valutare se ci sono davvero le possibilità di stare insieme.

EPISODIO PIU’ DIVERTENTE: Quando Ruka decide di preparare una carbonara con dei broccoli. Il poveretto ovviamente fa una pessima figura!

  • SECONDA PARTE: LA NOIA INIZIA A SCEMARE GRAZIE A BEPPE!

Si aggiungono nuovi inquilini:

  1. GIUSEPPE DURATO, italiano che vive a Tokyo e lavora come mangaka;
  2. EMIKA MIZUKOSHI, studentessa universitaria;
  3. RYO TAWATARI, giocatore di basket professionista;
  4. HANA KIMURA, wrestler professionista (purtroppo morta suicida il 23/05/2020).

TERRACE HOUSE TOKYO 2019-2020 NON INIZIA NEL MIGLIORE DEI MODI!

Grazie al cielo uno dei nuovi inquilini è il talentuosissimo Beppe, un nostro connazionale che porta subito una ventata d’aria fresca nella casa e (finalmente) porta in giro le ragazze a divertirsi. Con una di loro cerca anche di instaurare una relazione (Haruka), ma lei purtroppo non lo ricambia perché non ha avuto sufficiente modo di conoscerlo. D’altra parte Beppe-san è molto impegnato per il lancio del suo primo manga in Giappone e non trascorre molto tempo nella casa.

Una bella novità sono anche Hana e Ryo, entrambi sportivi professionisti e decisamente molto alla mano. Hana (che rimane la mia preferita, al pari di Tsubasa della stagione “Opening New Doors”) è una tipa tostissima ma anche molto dolce e fragile, ancora inesperta in amore e per questo desiderosa di fare un’esperienza romantica al più presto. Si invaghisce di Ryo, sportivo come lei, ma la cui personalità è un tantino insondabile…

  • TERZA PARTE: FINALMENTE QUALCOSA SI SMUOVE

Alcuni se ne vanno, altri restano e altri ancora si aggiungono:

  1. VIOLETTA RADZUMINA, modella russa;
  2. KAI KOBAYASHI, comico (? così dice);
  3. JON KIMVERLU TUPAS, assistente personale di Lily Franky (famoso attore);
  4. TOSHIYUKI NIINO, imprenditore;
  5. YUME YOSHIDA, modella;
  6. SHION SUZUKI, modello.

Violetta, soprannominata Vivi, con la sua innegabile bellezza porta scompiglio nella casa e crea il primo “triangolo” amoroso tra lei, Ryo e Hana: Hana ama Ryo, Ryo sembra interessato a Vivi e Vivi se ne innamora ogni giorno di più. Peccato che in realtà il ragazzo pensi solo al basket e non sia interessato a nessuna delle due, o meglio, non vuole impegnarsi in una relazione seria avendo come priorità nella vita il basket.

La vera new entry di quest’ultima parte è senza dubbio Niino, anche detto shachou (boss), dato che è un imprenditore che ha un discreto successo. La sua ostentata superiorità e il suo fascino di uomo maturo con cui crede di essere invincibile lo portano a creare situazioni surreali e spassosissime, soprattutto quando entra in scena la bellissima modella Yume, che diventa subito il suo bersaglio.

A questo punto mi devo fermare dato che la stagione è ancora in corso ma fa ben sperare: finalmente ci sono delle coppie che interagiscono tra loro e si divertono!

Unica pecca delle puntate è che sono estramente indietro: basti pensare che al momento (marzo 2020) i ragazzi hanno appena festeggiato Capodanno. Speriamo che da ora in avanti si creino delle belle coppie/amicizie che possano durare nel tempo e che ci facciano sognare almeno un po’.

Aggiornamento COVID: come in tutto il resto del mondo, purtroppo il coronavirus ha causato un temporaneo stop dello show televisivo e anche la vita dei partecipanti di Terrace House ha subito dei cambiamenti importanti. Le ultime puntate trasmesse su Netflix vedono ora un solo conduttore (Yamasato Ryota) che commenta gli episodi salienti.

PS: se volete studiare il giapponese mentre guardate Terrace House ricordatevi di attivare Language Learning su Netflix!

Vuoi conoscere gli ultimi articoli di Dreaming Japan non appena pubblicati? Seguici su Facebook e Instagram

PRENOTA IL TUO HOTEL Booking.com
Default image
Irene Vicari
Laureata in Lingue per la comunicazione internazionale, con specializzazione in lingua giapponese; traduttrice free-lance e divoratrice di contenuti digitali e cartacei a tema Giappone. Ho anche lavorato in Giappone e ci torno ogni volta che posso per esplorare nuove zone.