La verità su Totoro: non è così carino come sembra?

fujisawa
Fujisawa: la città autosufficiente ed ecosostenibile
Luglio 29, 2019
Japan Land 2019
Japan Land 2019: dal 27 al 29 settembre
Agosto 7, 2019

La verità su Totoro: non è così carino come sembra?

verità su Totoro

Pochi di voi forse conoscono la verità su Totoro, il famoso personaggio creato dallo Studio Ghibli grazie alla maestria di Hayao Miyazaki. Volete sapere di cosa si tratta? Ve lo racconto subito!

Il 10 giugno, nell’ambasciata finlandese a Tokyo, per commemorare i 100 anni di relazioni diplomatiche tra i due paesi, si è svolto un evento per presentare il progetto di un nuovo film: Santa Company x Coluboccoro, un cross-over tra due anime a cui lavora Kenji Itoso, che precedentemente aveva lavorato per lo Studio Ghibli.

Durante questo evento, Itoso ha raccontato come è avvenuto l’incontro con il maestro Miyazaki e ha ricordato il suo primissimo colloquio presso lo studio quando aveva solo 19 anni.

Ovviamente ai tempi il giovane Kenji era molto nervoso all’idea di incontrare uno dei suoi idoli, anche se si trattava di un colloquio di gruppo con vari ragazzi e ragazze che si candidavano per il ruolo di illustratori; così, per mettere i candidati a proprio agio, Miyazaki chiese ad una delle ragazze quale fosse il suo film preferito e lei rispose senza esitazione “Il mio vicino Totoro”, di cui collezionava anche gadget e peluche. Al che, Miyazaki rispose:

“Mi fa molto piacere saperlo, tuttavia personalmente non penso che Totoro sia una creatura così carina. In realtà, è una creatura orribile. E’ un carnivoro, e il solo motivo per cui non ha mangiato Mei e Satsuki è perché non aveva fame.”

La risposta ha scioccato tutti i candidati, ma Kenji si ricordò improvvisamente che aveva visto dei molari all’interno della bocca di Totoro quando aveva guardato il film l’ultima volta. I molari sono denti larghi e piatti presenti nelle creature erbivore, a differenza dei carnivori che hanno denti aguzzi e più affilati. Così il giovane illustratore disse a Miyazaki: “Totoro è erbivoro, non è vero?”. Come risposta il maestro gli sorrise e Kenji Itoso fu l’unico ad ottenere il lavoro durante quel colloquio.

La verità su Totoro ha sconvolto i partecipanti al colloquio, ma conteneva un prezioso insegnamento.

Ciò che Miyazaki ha voluto far capire ai giovani illustratori è che non bisogna dare ogni informazione che si riceve per scontata, bensì essere sempre in grado di pensare con la propria testa.

Un metodo di reclutamento piuttosto interessante… se vuoi lavorare in Giappone ricorda che i metodi di assunzione possono essere molto diversi dai nostri.

Fonte: Livedoor News

La verità su Totoro: non è così carino come sembra? ultima modifica: 2019-08-04T14:21:19+00:00 da Irene Vicari
Irene Vicari
Irene Vicari
Laureata in Lingue per la comunicazione internazionale, con specializzazione in lingua giapponese; traduttrice free-lance e divoratrice di contenuti digitali e cartacei a tema Giappone. Ho anche lavorato in Giappone e ci torno ogni volta che posso per esplorare nuove zone.

Commenta