Il Made in Italy sbarca al Tokyo Headphone Festival

forze di autodifesa
L’esercito giapponese (forze di autodifesa) e gli anime per attirare nuove reclute
Aprile 11, 2019
rumiko takahashi
Nuovo manga in arrivo per l’autrice Rumiko Takahashi
Aprile 18, 2019

Il Made in Italy sbarca al Tokyo Headphone Festival

tokyo headphone festival

FUJIYA AVIC presenta anche quest’anno il “Tokyo Headphone Festival”, che si svolge dal 2008 nella capitale giapponese per due volte l’anno, ed è il più grande evento del settore in Giappone.

tokyo headphone festival

Quest’anno anche un’azienda italiana ha l’onore di presenziare a questo importante festival del settore: si tratta di SPIRIT, un’azienda di Torino che con le sue cuffie ad altissima tecnologia ha portato l’eccellenza italiana in suolo nipponico.

Spirit è il brand italiano di cuffie hi-end che offre a chi ama la musica e ai cultori dell’eccellenza un’esperienza di ascolto straordinariamente naturale e raffinata, con una dinamica da concerto live.

Le cuffie Spirit sono molto costose, ma valgono ogni centesimo speso. Tra le loro caratteristiche:

  • Una firma sonora inconfondibile per gli intenditori;
  • Prodotta e realizzata totalmente in Italia (Torino) con finiture che derivano dall’alta moda;
  • Peso ridottissimo.
  • La schiuma utilizzata per i padiglioni è comoda da indossare anche per chi porta gli occhiali.

Il Tokyo Headphone Festival si arricchisce di un prodotto nato dall’eccellenza italiana.

Si tratta di un festival dedicato agli appassionati del settore, ma può rappresentare un’occasione per testare dal vivo le migliori marche mondiali in termini di suono. L’evento è gratuito e si svolgerà presso il centro commerciale Sun Plaza di Nakano il 27 e il 28 aprile: se siete in giro per Nakano (zona che non è certo da meno rispetto ad Akihabara per gli appassionati di manga e anime), provate a fare un salto!

Il Made in Italy sbarca al Tokyo Headphone Festival ultima modifica: 2019-04-17T11:54:00+00:00 da Fabio Lo Cascio
Fabio Lo Cascio
Fabio Lo Cascio
Trentenne appassionato del Giappone e di anime, dorama e action figure. Dopo vari viaggi nella terra del Sol Levante, tra cui anche il mio viaggio di nozze (a Okinawa), la mia collezione di action figure è aumentata vertiginosamente. Il conto corrente è diminuito di pari passo :-D

Commenta