I ristoranti Let’s Go, Pikachu! lanciano una serie di pietanze dedicate al celebre brand

Let's Go, Pikachu!

Il 16 novembre non è un giorno come gli altri per i fan dei Pokémon, si tratta infatti del compleanno di uno tra i brand più famosi e diffusi in tutto il mondo.

Tra le innumerevoli iniziative per celebrare la data che si terranno sul territorio nipponico, la mini catena di ristoranti Let’s Go, Pikachu! (diffusi in tutto il Giappone e totalmente indipendenti dal Pokémon Cafe di Tokyo) ha deciso di offrire ai propri clienti una serie di pietanze ispirate alle creature di Satoshi Tajiri, nello specifico a Pikachu e al suo “collega” Eevee.

Tra i tanti piatti a tema offerti dai ristoranti, figurano riso al forno con formaggio (in vendita a 1,290 yen, ovvero 11.50 dollari), budino alcaffè (1.390 yen) servito in un particolarissimo bicchiere, o il latte (da 790 yen o 890 yen con ghiaccio).

Vi è comunque anche ampio spazio per le altre creature della serie, con il Dragonite Hyper Beam Ramen un brodo salato e gnocchi di gamberetti(1,390 yen), lo stufato di manzo in Pewter Gym (1,690 yen), Good Night Snorlax Parfait (1.290), True Form Sweets Plate (1,490 yen).

Non mancano bevande e qualche interessante gadget da portarsi a casa…

Non mancano le bevande come il Tomboy Misty Pink Soda (990 yen) o la Laprat Adventure Gelatin Drink (990 yen) e persino una pietanza dedicata ai tradizionali “cattivi” della serie, con  il Team Rocket Cream Puff Plate (1,490 yen).

Tra l’altro, per completare un pranzo o una cena con i fiocchi, i commensali ricevono una tovaglietta illustrata che potranno portare a casa. Si tratta di una mappa della nuova regione di Kanto, una chicca che farà entusiasmare i fan della saga.

Gli stessi ristoranti Let’s Go, Pikachu!, hanno uno spazio dedicato ad ogni sorta di gadget, pendolo o piccolo oggetto dedicato al mondo dei Pokémon: una vera e propria occasione imperdibile per tutti i fan! D’altronde il brand dei Pokémon fa girare cifre da capogiro tra merchandising e oggettistica varia tra cui non mancano naturalmente, gli alimenti a tema.

FONTE: Soranews24

Starbucks Japan rivela le sue nuove bevande (e non solo) a tema natalizio

Starbucks Japan

Dopo i frappuccini a tema Halloween presentati da Starbucks Japan poco più di una settimana fa, il colosso della ristorazione ha rivelato le sue nuove linee di bevande e dolci a tema prettamente natalizio.

Nello specifico, il primo set di bevande presentato, include latte alla fragola e un frappucino aromatizzato allo stesso frutto. Sia per questioni cromatiche che per tradizione giapponese infatti, fragole e frutti di bosco sono alimenti abbinati al natale e dunque largamente impiegate in quel preciso periodo dell’anno.

Entrambe le bevande sono progettate con il fine di ricreare lo stesso senso di felicità ed eccitazione che caratterizzano le feste natalizie, facendo dunque ampio uso di pezzettini di fragola fresca nel latte cremoso, al quale viene anche aggiunto pezzettini di biscotti croccanti per richiamare le torte natalizie.

Starbucks Japan punta su un frappuccino che ricorda le classiche torte natalizie

Il frappuccino in questione sarà disponibile per 590 yen (circa 5,27 dollari), mentre il latte alla fragola (Christmas Strawberry Cake Milk) sarà disponibile in ben 4 formati per un prezzo variabile dai 450 ai 570 yen.

https://www.instagram.com/p/BpdBj2Qnor7/?utm_source=ig_embed

Non mancano però i graditi ritorni, come il Gingerbread Milk, disponibile sia in versione calda che fredda, acquistabile per 420 o 540 yen a seconda della quantità. Un’altra bevanda che fa il suo ritorno durante le festività natalizie è il Joyful Medley Tea Milk, che durante il natale 2017 si è rivelato un vero e proprio successo: si tratta di una miscela di tè nero, oolong, gelsomino, pesca e albicocca. Servito caldo, questa bevanda sarà disponibile a breve in diversi formati con un prezzo variabile da 380 a 500 yen.

Non solo bevande…

Per un tempo limitato, Starbucks includerà nel menu un involtino di pollo per 480 yen e un dolce ai mirtilli rossi da 460 yen.

Le offerte natalizie saranno disponibili in tutti gli Starbucks giapponesi dal primo di novembre al 25 dicembre, ad eccezione del Frappuccino e del Strawberry Cake Milk, che sarà disponibile solo dal primo di novembre al 4 dicembre.

Fonte: Soranews24

[amazon_link asins=’B00IYO08DI,B00T62QDCW,B01M62A3V7,B01IU5EBY2,B00PG4CMWY,B01JF58CXW’ template=’ProductCarousel’ store=’dreamingjapan-21′ marketplace=’IT’ link_id=’bec9823b-ddbb-11e8-bda6-657a227e5782′]

Makunouchi bento: il bento tradizionale

bento-tradizionale

Come tutti ben sapete, in Giappone esistono varie catene di conbini (o convenience store) dove poter acquistare vari tipi di cibi e bevande, tra cui anche un bento tradizionale. Questo cosiddetto bento tradizionale ha un nome ben preciso, che è Makunouchi bento 幕の内弁当, che tradotto letteralmente significa “bento dell’intervallo”.

Perché dell’intervallo? Non si tratta dell’intervallo scolastico, bensì di quello tra un atto e l’altro di una rappresentazione teatrale Noh o Kabuki. Infatti, nel periodo Edo (1603-1867), durante gli intervalli delle opere teatrali veniva servito questo tipo di bento.

Di quali ingredienti è composto il bento tradizionale giapponese?

  • Riso
  • Carne o pesce
  • Sottaceti
  • Uovo
  • Verdure
  • Umeboshi (prugna salata)

Questi sono grossomodo gli ingredienti base che troverete nel classico bento. Tuttavia, i vari conbini presenti in Giappone hanno diversi tipi di Makunouchi bento, ed ora scopriamo insieme quali sono.

  • FAMILY MART (prezzo: 398 Yen)

Il bento del Family Mart contiene di solito riso coperto con sesamo nero e umeboshi, salmone alla griglia, tamagoyaki (omelette), una crocchetta di patate, sottaceti e spinaci. Si tratta di un bento molto semplice ma vario, apprezzato sia dai giovani che dai più anziani.

bento-tradizionale

  • LAWSON (prezzo: 430 Yen)

Questo bento offre lo sgombro al posto del salmone, mentre rimangono la crocchetta di patate e il tamagoyaki; in aggiunta, però, troviamo un hamburger e un piccolo wurstel, oltre alle solite verdurine sottaceto.

bento-tradizionale

  • 7-ELEVEN (prezzo: 430 Yen)

Il bento del 7-eleven propone ben 3 tipi di carne oltre allo sgombro, ossia hamburger, wurstel e pollo fritto; inoltre offre anche la classica crocchetta di patate, il tamagoyaki e le verdurine, ma se non bastasse troverete anche un rotolino di verdure e carne (tipo involtino di prosciutto). Di tutti è il bento più ricco di varietà!

bento-tradizionale

  • SEICOMART (prezzo: 400 Yen)

Seicomart è una catena di conbini dello Hokkaido, quindi non si trova in tutto il Giappone. Il loro bento è composto da un raviolo cinese, tamagoyaki, gambero fritto, cotoletta di pollo, hamburger, pollo fritto, verdurine fritte e infine… spaghetti Napolitan*!

bento-tradizionale

*Gli spaghetti Napolitan non hanno niente a che vedere con Napoli (purtroppo): sono conditi con un sugo a base di bacon, peperoni, cipolle e ketchup.

Cosa ne pensate di questi pasti tradizionali veloci? Di certo gli studenti e gli impiegati giapponesi sono piuttosto fortunati ad avere questi tipi di bento con cui fare pausa pranzo!

Starbucks in Giappone stupisce con un nuovo ingrediente

starbucks

Mentre in Italia la gente è in festa (?) per la recentissima apertura di Starbucks a Milano, in Giappone, dove la famosissima catena abita già da molto tempo, ci si prepara all’arrivo dell’autunno con un nuovo ingrediente per bevande e dolci a marchio Starbucks: la patata dolce.

Chi di voi ha già provato il super instagrammabile Matcha Latte, sa che ai giapponesi piacciono i sapori particolari e che spesso mischiano il dolce con il salato senza farsi troppi problemi. Mentre molti di voi inorridiranno di fronte ad un cappuccino al gusto patata dolce, ci saranno altrettanti entusiasti di provare questo sapore senz’altro inconfondibile!


Starbucks introduce il Crispy Sweet Potato Frappuccino al suo menù!


Si tratta di un Frappuccino non solo al gusto di patata dolce, ma che sopra alla panna viene ricoperto con granella di patate dolci zuccherate fritte, conosciute in giapponese come imo kenpi.

La nuova bevanda verrà introdotta dal 13 settembre e sarà disponibile fino a fine mese, ad un prezzo che va dai 440 Yen per la versione piccola ai 580 per quella grande.

starbucks

Perché la scelta della patata dolce? Dovete sapere che in Giappone, durante la stagione autunnale, si trovano tantissimi venditori ambulanti di patate dolci calde al cartoccio, un po’ come da noi troviamo le caldarroste. Si tratta di un cibo di strada tra i più amati e antichi del Giappone.

La patata dolce viene chiamata satsumaimo: imo significa patata, mentre Satsuma è una regione del Kyushu da cui proviene questo tipo di ortaggio.

 

FONTE: SoraNews