I 10 videogiochi giapponesi più importanti mai realizzati

videogiochi

Quanti di noi (parlo soprattutto ai 30-40 enni) frequentavano la sala giochi dove vi erano innumerevoli cabinati appartenenti alle più famose case di videogiochi giapponesi? 

Ecco secondo me la classifica dei 10 videogiochi giapponesi più importati mai realizzati:

  1. Space Invaders (1978): il gioco che ha scatenato l’inizio della nuova era dei shoten map, ma anche uno dei primi ad avere la musica ed una colonna sonora. Grazie a lui le colonne sonore dei videogiochi sono state trattate come quelle dei film.
  2. Pac-Man (1980): un classico per eccellenza. Creato da Namco e convertito su ogni genere di sistema casalingo, riguardante la famosa creatura gialla che mangia e mangia in continuazione evitando nemici. Da questa idea di base sono stati creati poi altri giochi. Pac-man è persino stato inserito in una collezione allo Smithsonian e al Museum of modern art di New York.
  3. Super Mario Bros (1985): c’è bisongno di presentazioni? L’idraulico più famoso al mondo creato dal genio Shigheru Miyamoto (Nintendo). Il gioco più venduto per quasi tre decenni che ha reso popolare il genere di videogiochi a scorrimento laterale.
  4. Pokemon: Red e Green (1996): Pokemon è Pokemon, niente da dire. Un franchise che tutt’oggi genera migliaia di fan che si è evoluto nel tempo in film, anime, giochi di carte, manga e videogiochi. Nessun gioco ad oggi è esploso come ha fatto Pokemon allora.
  5. Legend Of Zelda: Ocarina Of Time (1998): altro capolavoro della Nintendo, non è stato il primo videogioco della serie ma questo è stato il primo a segnare l’evoluzione nei mondi 3d di allora: una delle mappe più grandi da esplorare uscite a quei tempi. Uscito praticamente insieme a Super Mario 64 settando nuovi standard e spingendosi oltre i confini stabiliti dai loro predecessori.
  6. Harvest Moon (2007): non molto conosciuto in occidente ma è stato uno dei primi gestionali ad introdurre l’idea di agricoltura, gestione degli animali, del matrimonio e del superare le avversità della vita.
  7. Metal Gear Solid (1998): gioco basato sullo stealth considerato una pietra miliare nell’industria videoludica. Il primo Metal Gear Solid uscito su Playstation era piuttosto innovativo, infatti il radar nemico e le tecniche stealth rendevano al meglio in questo videogioco.
  8. Final Fantasy VII (1997): tutta la serie Final Fantasy merita un posto in questa classifica, magari qualcuno non sarà d’accordo ma il capitolo VII ha cambiato tutte le versioni future del franchise e ha portato moltissimi giocatori sulla console Playstation. Senza Final Fantasy VII i GDR non sarebbero mai stati gli stessi.
  9. Wii Sport (2006): con l’uscita della console Wii e con il gioco Wii Sport si è creata una nuova generazione di giocatori che fino ad allora non aveva nemmeno preso in considerazione i videogiochi. Le persone che non avevano mai pensato che i videogiochi fossero per loro finalmente avevano qualcosa con cui divertirsi e giocare, anche senza utilizzare tecniche particolari.
  10. Resident Evil(1996): il survival horror per eccellenza uscito su Playstation. Tensione, paura e sopravvivenza erano le caratteristiche di questo gioco, da cui sono stati tratti svariati sequel e anche una famosa saga cinematografica di successo.

Se c’è un paese che ha dedicato molto ai videogiochi questo è il Giappone!

Parodia di Street Fighter II

parodia street fighter

Ah bei tempi le sale giochi…non so quanti mila e mila lire ci ho speso e soprattutto, non avendo ai tempi un computer o una console casalinga, quante ore ho speso a giocare al cabinato di  Street Fighter II.

I picchiaduro al giorno d’oggi costituiscono una parte molto ampia dei campionati dell’arena e-sport: Super Smash Bros. Melee , Tekken 7 , e Mortal Kombat X sono molto popolari, ma Street Fighter II anche se non più giocato rimane nel cuore di moltissimi appassionati, pur essendo uscito nel lontano 1991.

Il duo comico presente nel video (link al video) interpreta alla perfezione un combattimento fatto tra Honda e Ryu; a livello di costumi e sonoro è pressoché identico al cabinato originale di Street Fighter 2!

Hadouken!Shoryuken! Ecco la parodia di Street Fighter II.

Nei giochi di combattimento le mosse più usate  sono gli attacchi base e le mosse speciali. Chiunque ci abbia mai giocato sicuramente saprà che facendo con lo stick un quarto di cerchio in avanti e pugno Ryu  sta per fare la sua mossa Hadouken.

Non solo le mosse speciali sono riconoscibili ma anche gli effetti sonori e i temi musicali dei vari stage.

E Voi come giudicate questa parodia di Street Fighter II?

Orologio di Kingdom Hearts alla stazione di Shinjuku

orologio kingdom hearts

La stazione di Shinjuku è il nodo ferroviario più trafficato al mondo e offre innumerevoli opportunità agli inserzionisti.

Proprio per questo motivo i consulenti marketing delle aziende giapponesi di videogiochi  vogliono esporre i loro titoli con valutazione tripla A alla stazione di Shinjuku. Già in passato molti altri giochi e franchising sono stati protagonisti a Shinjuku, come Yu-gi-oh, Final Fantasy e One Piece. In questo momento, la sala principale della stazione è occupata dalla Square-Enix, che sta pubblicizzando uno dei suoi titoli di maggior successo: Kingdom Hearts.

Il 12 gennaio è infatti il giorno dell’uscita di Kingdom Hearts HD 2.8 Final Chapter Prologue (raccolta contenente  Kingdom Hearts 3D: Dream Drop Distance rimasterizzato,  Kingdom Hearts Birth by Sleep 0.2 -A, seguito di Birth By Sleep uscito su PSP, e un film Kingdom Hearts χ Back Cover, che spiega i retroscena della saga). Square Enix ha installato un bellissimo orologio in vetro colorato proprio nella stazione di Shinjuku, con rappresentazioni artistiche del protagonista Sora.

Dal suo lancio la serie Kingdom Hearts ha venduto ben 20 milioni di copie in tutto il mondo ed è ad oggi il nono gioco più venduto su Ps2.

Vicino all’orologio vi sono anche numerose opere d’arte rappresentanti i personaggi della saga di Kingdom Hearts, come Paperino, Pippo, Topolino e Riku. Se per noi Shinjuku è po’ troppo lontana non preoccupatevi: su questo sito  è stata creata apposta da Square-Enix  una ricreazione virtuale dell’orologio… meglio che niente.

Il primo titolo di questa saga RPG è uscito su Playstation 2 nel 2002 e combina personaggi presi dal mondo Disney a quelli del mondo di Final Fantasy. Il gioco si distaccava dagli altri titoli Square perchè introduceva un elemento di avventura dinamica al gameplay.